• Paolo Di Micco

ESPERIENZA E TECNOLOGIA

La valutazione dell’essere umano

Sei certo che solo la tua esperienza possa far avere successo alla tua azienda?

All’interno dell’organizzazione il vero motore, lo sai meglio di me, lo fanno le persone. I diversi reparti di una realtà aziendale si muovono in maniera coordinata e continuativa solamente quando tutte le persone hanno ben definito la propria mansione e soprattutto hanno chiaro la mission aziendale.

Oggi ci soffermiamo su come la “new-age” ha cambiato il modo di prendere le decisioni. L’uomo, per poter assumere una decisione ha bisogno di informazioni, più le informazioni sono dettagliate più la scelta dovrebbe essere migliore. Dico dovrebbe essere migliore perché purtroppo la vastità del mercato e l’infinita concorrenza ha portato l’essere umano a prendere decisioni utilizzando una parte piccolissima di tutte quelle informazioni che acquisisce nel tempo.

Questa definizione ovviamente non dev’essere generalizzata ma, sarai d’accordo con questa spiegazione, che purtroppo l’essere umano è consapevole che per poter decidere deve arricchirsi di informazioni, ma data la nostra natura, i nostri limiti biologici e fisici e soprattutto l’infinità di informazioni che ci circondano, la scelta sarà purtroppo data da fattori diversi dai dati reali e oggettivi.

Devi ammettere che abbiamo una capacità ridotta di gestire il flusso informativo che deriva da tre fattori fondamentali:


1. Problemi di attenzione

Ci hanno sempre insegnato che dobbiamo fare una cosa e farla fatta bene, probabilmente perché questo problema l’avevano capito da tempo. Non possiamo eseguire e/o controllare più azioni contemporaneamente. Inoltre è importante mettere un appunto sul fatto che l’attenzione è un elemento estremamente soggettivo, legato a diversi fattori, quali l’esperienza, gli stili e le diverse motivazioni personali.


2. Problemi di memoria

Non possiamo pretendere di riuscire a ricordare ogni azione da eseguire, in nessun ambiente della nostra quotidianità. Probabilmente sempre legato alla motivazione, gli aspetti lavorativi, se sei concentrato sul risultato, fai sicuramente più fatica a dimenticare un appuntamento, rispetto agli avvenimenti della tua vita privata.


3. Problemi derivanti dalla distorsione della comunicazione

Questo problema emerge in maniera diffusa nella realtà aziendale italiana ed è strettamente correlato alla trasmissione di informazioni tra generazioni, etnie e culture, ma affiora anche quando intratteniamo una discussione con un soggetto di una categoria differente dalla nostra (la comunicazione tra te, utente finale, e io consulente informatico, i primi discorsi parleranno lingue diverse)

La conseguenza di questi tre fattori, che influiscono nella scelta e nella decisione dell’essere umano, è che il soggetto valuterà sicuramente le caratteristiche della singola situazione in cui deve prendere una decisione basandosi sulle informazioni, almeno in parte, acquisite, ma entreranno in gioco anche giudizi, suggerimenti ed esperienze precedenti.

Negli ultimi dieci anni siamo passati ad una valutazione ed una scelta meramente emozionale tanto che uno studio ha dimostrato che il 79% degli acquisti effettuati da una persona è assolutamente non indispensabile per il suo reale stile di vita.


Ti chiedo quindi, è davvero questo che vuoi per la tua organizzazione? Vuoi lasciare il tuo regno nelle “mani” delle scelte definite “di stomaco”?

Voglio farti capire perché purtroppo oggi siamo arrivati a questo punto.

Abbiamo iniziato affermando che per poter fare una scelta dobbiamo acquisire un numero rilevante di informazioni, che probabilmente non utilizziamo, ritenuto da noi comunque adeguato, ma ricorda non sarà ottimale. Purtroppo anche se vogliamo prendere una scelta razionale comunque saremo limitati perché faremo una valutazione (razionale) tra un numero limitato di alternative e non riuscendo a valutare gli effetti di ogni alternativa di scelta.

Il risultato quindi di una scelta di questo tipo sarà sicuramente soddisfacente, ma risulterà come un compromesso tra le varie spinte, influenze e limiti che delimitano le scelte dell’essere umano.


Sono a richiederti, è questo quello che vuoi per la tua azienda?

Il meccanismo attraverso cui puoi ridurre i limiti alla razionalità è costituito dai sistemi informatici in quanto questi consentono di diminuire drasticamente i flussi di informazioni rilevanti per i processi decisionali, aumentando la tua conoscenza sulle alternative e le conseguenze della tua scelta.


In conclusione voglio sottolineare un beneficio immediato che puoi riscontrare nell’inserimento di innovazione e tecnologia all’interno della tua organizzazione quale la possibilità di scegliere in maniera estremamente razionale, distinguendoti dalla realtà che valuta scelte e decisioni in maniera completamente emozionale.


Scegli chi ti scopre tutte le carte,

non chi si tiene l’asso nella manica

Post recenti

Mostra tutti
  • Grey Facebook Icon
  • Grey LinkedIn Icon

© 2021 by Design for infoTECNO

Marchio di proprietà di Paolo Di Micco