• Paolo Di Micco

O CAMBI O M*ORI

La dura realtà della piccola e media impresa italiana di fronte agli scenari che stanno stravolgendo il corso della storia. Come il cambiamento sta aiutando le aziende ad avere successo.

Ci hanno sempre insegnato che il mondo - nell’ottica aziendale il mercato - è in continuo mutamento. Già a metà del XVIII secolo il chimico, biologo, filosofo ed economista Francese Antoine-Laurent de Lavoisier affermava nel suo postulato fondamentale


“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si muove”

Il mercato odierno ha imposto questo postulato come segreto fondamentale per il successo dell’impresa. Gli ultimi decenni sono stati caratterizzati da grandissimi cambiamenti e trasformazioni che hanno fatto “muovere” l’azienda verso scenari che, a sentirli venti anni fa, apparivano fantascientifici.


Lo status di imprenditore che ti sei cucito addosso, volente o nolente, l’hai raggiunto grazie alla voglia e alla mentalità di adattamento al cambiamento perché oggi le aziende di spessore che possono vantare di avere successo sono caratterizzate non solo dalla capacità ti essere riuscite a tenere basso il costo del lavoro, ma dall’elevata qualità dei proprio prodotti, la disponibilità di capitali e soprattutto dalla capacità di innovare e catturare le opportunità tecnologiche innovative.


Il motivo cardine che ti spinge ad innovare all’interno della tua azienda ruota intorno a fattori produttivi o processuali. Tutte le innovazioni che introduci all’interno della tua attività ovviamente devono spingerla ad un miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza. Un elemento importante che devi tenere presente consiste nel portare all’interno della tua organizzazione innovazione tecnologica che corre su due binari paralleli alla stessa velocità perché abbiamo già visto che uno dei “cancri” aziendali sta nel migliorare il prodotto ma dimenticarsi di migliorare la modalità di offerta. (Su questo punto ti consiglio di tornare a vedere l’articolo IMPRENDITORIA, IMPRENDITORE E CAMBIAMENTO)

L’innovazione di prodotto/servizio consiste nell’introduzione sul mercato di prodotti o servizi tecnologicamente nuovi o migliorati in termini di risultati esplorando di conseguenza nuovi orizzonti. Apertura a nuovi mercati e nuove possibilità di business. La sola innovazione di prodotto ovviamente ti farà riscontrare risultati sui nuovi mercati perché non ti scontri con competitor, ma quando il mercato si apre alla concorrenza il prodotto non risulta più “unico” di conseguenza entra in gioco la seconda tipologia di innovazione.


L’innovazione processuale che si riferisce a tutti i cambiamenti delle modalità in cui l’organizzazione svolge le attività, ti porta a mostrare il tuo prodotto tecnologicamente migliorato in una modalità più efficace per il cliente finale ed efficiente in termini di costi, attrezzature e risorse per l’organizzazione.


La fusione di questi due elementi, con conseguenze di trasformazioni e cambiamenti all’interno della tua organizzazione, porta ad un mutamento che in un ottica di medio e lungo periodo ti ripaga sotto molteplici fattori. Un miglioramento tecnologico produce un abbassamento dei costi del lavoro e un efficienza maggiore in termini di produttività facendoti essere, anche nei momenti di difficoltà sempre sulla cresta dell’onda.


In conclusione ci tengo a precisare che il cambiamento e il miglioramento tecnologico è solamente questione di mentalità e di abitudine, quindi se apri la tua visione di insieme al cambiamento, questo non risulta complicato perché il grosso dei cambiamenti che farà la tua organizzazione saranno effettuati per rispondere ad esigenze di mercato. Abituarsi al cambiamento ti porta ad avere quella elasticità mentale che ti permetterà in ogni momento di adattare la tua organizzazione al mercato.


Scegli chi ti fa cambiare in tempo, non chi ti vuole far cambiare per interesse proprio.



Post recenti

Mostra tutti

IL TUO VIAGGIO